Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
 
  

L'emigrazione da Fusea

"Questa ricerca - scrive Anita Piutti - non ha alcuna velleità di dire una parola nuova sulla realtà dolorosa e non pretende certo di competere con i fiumi di parole che si sono scritti su questo argomento: vuole semplicemente rendere un giusto omaggio, emotivo e dolente, a tutti i fuseani che nel secolo scorso (e anche in quello precedente) hanno dovuto lasciare il nostro paese, le persone care, la Patria per recarsi all’estero, alla ricerca di quel lavoro che in Italia non c’era e che permettesse loro di garantire una vita dignitosa alle proprie famiglie. Vuole recuperare, salvaguardare e tenere viva la memoria storica di un fenomeno così drammatico che per più di un secolo ha segnato e condizionato la vita della nostra gente; memoria che già in parte è stata consegnata all’oblio e che rischia di scomparire del tutto con la morte di coloro che l’hanno vissuto direttamente (e ormai sono rimasti pochi) o indirettamente. Io ritengo che rendere omaggio al passato e “fare memoria” sia importante e dovuto, quasi un risarcimento: ricordare, infatti, è “continuare a far vivere” e sarebbe bello che queste pagine diventassero uno strumento e un luogo della memoria collettiva di Fusea".

"Questa, all’inizio del 1900, era l’immagine di Fusea che i nostri emigranti portavano negli occhi e nel cuore, con le sue povere case di sassi e il campanile a torre come quello della pieve di S. Maria Oltre Bût, da cui dipendeva la Vicaria di Fusea. Più tardi il nostro campanile diventò a cuspide, quasi a cercare orizzonti più vasti, in un anelito di mete più lontane, come quelle raggiunte dai nostri emigranti.

Questa è una veduta odierna di Fusea: salvo poche aggiunte, la struttura del paese è rimasta la stessa, ma le case sono curate, rimodernate, testimoni di quel “mâl dal mûr” e di quell’orgoglio del proprio focolare che ha sempre caratterizzato la nostra gente".

Testi di Anita Piutti tratti dal volume Fusèans pal Mont (2008)

Vedi le fotografie degli emigranti da Fusea


            

Data pubblicazione 09/09/2015 11:20:00